Parco Herăstrău (Bucarest, Romania)

I bellisimi colori autunnali di Parco Herăstrău, il maggiore di Bucarest, intorno al Lago Herăstrău, sul corso del fiume Dâmbovița. La vegetazione del parco è costituita da una varietà di specie di alberi decidui e arbusti (acero, frassino, pioppo, salice, calce e resina). Vi sono alberi protetti: rovere Tagore, piantati nel 1961 per celebrare il centenario della nascita di Rabindranath Tagore e di ciliegio in fiore del giardino giapponese, donati da l’imperatore del Giappone.

Il parco ha una superficie di circa 1,1 km², dei quali 0,7 km² sono coperti dal lago. In origine, l’area era coperta da una palude che fu drenata fra il 1930 ed il 1935 ed il parco fu aperto nel 1936. Il parco è diviso in due zone: una zona naturale (il Museo del Villaggio di Bucarest), che rimane indisturbato, e una zona pubblica e attiva con aree previste per le attività di ricreazione. La navigazione con piccole barche è permessa sul lago.